Nuove tutele per lo Shopping On-line e diritto di recesso

Grazie alle intergrazioni della direttiva europea 2011/83 i consumatori possono essere più tutelati per lo shopping On-line ma sopratutto sul diritto di recesso. Quante volte avete acquistato un prodotto on-line e quando è arrivato  a casa non era come lo avevate visto? Quante volte avete fatto partire un abbonamento ma poi non era come dichiarato? Pensate all’acquisto di un prodotto e dopo neanche 10 giorni vedete arrivare il nuovo modello sugli scaffali con lo stesso prezzo, non vi girano i….?


PUBBLICITA'

FINE PUBBLICITA'

E’ successo anche per i Mac fortunatamente per alcuni device Apple dice che entro 30 giorni si può effettuare il reso se non si è soddisfatti quindi se avete comprato il vostro nuovo Mac e Lunedi durante il WWDC 2014 ne presentano uno nuovo siete probabilmente in tempo per effettuare il reso e prenderne uno di nuova generazione.

Attualmente per tutti i prodotti acquistati on-line la legge prevede il reso entro 10 giorni ove riportato anche di più. Vi consiglio di tenere a mente questo mio articolo e di condividerlo con i vostri amici che acquistano spesso on-line.

Il 14 Giugno 2014 se avete uno SHOP ON-LINE dovrete aggiornare le informazioni di reso, fate attenzione perchè ci sono pene, sanzioni ma soprattutto spese che saranno a vostro carico.

In breve vi espono le ultime modifiche:

– Se dopo l’acquisto di un prodotto cambiate idea o non soddisfa le vostre esigenze, avrete 14 giorni di tempo (non più 10) per restituirlo grazie al diritto di recesso. ATTENZIONE perchè se il sito non ha indicato le condizioni di recesso e non informa adeguatamente su cosa fare per tale diritto, potrete esercitare il reso entro un anno e 14giorni. Fate attenzione amici!

– Il venditore deve pagare il rimborso entro i 14 giorni successivi al ricevimento della merce con la stessa modalità di pagamento avvenuta in fase di acquisto.

– Sul sito devono essere espressi i costi relativi alla restituzione del prodotto (spedizioni etc… ) se non viene speigato adeguatamente la forma di recesso tale costo deve essere addebitato allo stesso rivenditore e non dovete pagare assolutamente nulla.

– I giochi, suonerie ed altre bufale che vedete in televisione dove vi fanno pagare abbonamenti che sono nascosti dietro il primo download non devono essere pagati se non sono stati adeguatamente espressi!

– I prezzi dei prodotti, dei costi e di serivizi devono essere dettagliati e trasparenti e dovranno integrare anche l’eventuale costo extra…

Preparate le carte di credito e affidatevi ad avvocati anche gratuiti dell’associazione consumatori che possono tutelarvi in caso di diritto di recesso negato!

Alla prossima!

Condividete può essere utile per molti di voi!!!!

 


PUBBLICITA'

FINE PUBBLICITA'

Se hai trovato la risposta che cercavi, puoi offrirmi un caffè con una donazione o visita altre pagine!

http://www.rmgsolution.it

Consulente IT, titolare di RMG SOLUTION di Rocco Grasso. Appassionato Apple, ottime doti di Problem Solving. Esperto Analista ed ex responsabile supporto tecnico per una grande multinazionale. Non vi parlerò di Rumors li considero nocivi. In questo Blog non siete solo numeri quindi vi seguirò nella risoluzione di tutti i problemi derivanti dai device Apple. Dovete solo avere pazienza e rispondo a tutti, se siete maleducati e pretendete una risposta non riceverete nessun supporto.